Oratori e cappelle

Cappella della Beata Vergine di Caravaggio

Si tratta di una cappella votiva eretta nel XVI secolo, posta all'angolo tra via XI febbraio e via degli Olivetani.

Presenta una  pianta quadrata con il lato opposto all'altare aperto verso strada con due colonne di ordine toscano con base a singolo toro e gola rovescia su piedistalli.

L'arco di ingresso è sormontato da un timpano semicircolare con semplice modanatura ripetuta come cornice sottogronda negli altri lati. La volta è a crociera sullo spazio interno ed impostata su semplici paraste (piegate a libro verso l'altare). Le pareti, le volte ed i pilastri sono in muratura intonacata. La copertura è a tetto a due falde con travatura lignea e coppi.

È purtroppo deturpata da una cabina elettrica addossata alla costruzione.

L'esterno
L'esterno
Il dipinto
Il dipinto.

Cappella di Santa Giustina

Sorge isolata lungo la strada provinciale 167, poco distante dal complesso rurale di Monticelli Sillaro. e risale al XVIII secolo.

Si tratta di una semplice costruzione a pianta quadrata con il lato opposto all'altare aperto verso strada. L'arco di ingresso, policentrico ribassato, è fiancheggiato da due lesene sormontate da un timpano spezzato triangolare con semplice modanatura ripetuta come cornice sottogronda negli altri lati. Ha una volta a botte nello spazio interno ed le pareti, le volte ed i pilastri sono in muratura intonacata. la copertura del tetto è a due falde con travatura lignea e marsigliesi.

Santa Giustina
Santa Giustina.

Oratorio di san Francesco

Questa costruzione sorge lungo strada provinciale 167, nel complesso di Monticelli Sillaro, in continuità con altri edifici. Fu eretto dalla famiglia Nazari nel 1674.

È un edificio ad unica navata con due campate che presentano coperture a volte e da semipilastri che sorreggono una pseudotrabeazione continua e perimetrale. Nella navata si aprono due finestre per lato; verso strada si trova invece una apertura laterale. Le murature sono in laterizio con finitura a intonaco bicromo tinteggiato all'interno e al rustico nell'esterno. Agli angoli e in corrispondenza dei pilastri si trova una muratura a bugnato. Copertura a tetto a due falde con travatura lignea e coppi su navata, presbiterio. Facciata rettangolare con terminazione a timpano triangolare con mensole e lesene su alti piedistalli che la fiancheggiano e sorreggono una trabeazione incompleta; ha un unico portale d'ingresso con timpano semicircolare spezzato e apertura quadrangolare con orecchie.

San Francesco
San Francesco.

Oratorio di san Tommaso

Sorge lungo un vecchio tracciato della strada Provinciale 167, presso l'omonimo complesso rurale di San Tommaso, ma isolata e ben distinguibile dal contesto.

Presenta un'unica navata con tre campate di cui l'ultima, di dimensioni minore, è il presbiterio, sopraelevato di due gradini. Le campate sono sottolineate dalle coperture a volta a crociera e da archi a tutto sesto che poggiano su semipilastri che a loro volta sorreggono una trabeazione continua e perimetrale. Nella parte superiore della navata si aprono tre finestre, mentre il presbiterio è illuminato da due finestre rettangolari più basse. Le murature sono in laterizio con finitura a intonaco bicromo tinteggiato all'interno e al rustico nell'esterno. Copertura a tetto a due falde con travatura lignea e coppi su navata centrale, presbiterio, con una piccola torre campanaria.

San Tommaso
San Tommaso.

Ex oratorio di Santa Maria del Toro

È un semplice edificio con struttura in laterizio e copertura con tetto a falda e rivestimento in cotto. La muratura è intonacata.

Ex oratorio di Santa Maria del Toro
Ex oratorio di Santa Maria del Toro.
 Ultimo aggiornamento: 06/04/2019


Contattaci
Un pratico modulo da compilare per corrispondere direttamente con gli uffici comunali.

torna all'inizio del contenuto