Dote lavoro: misura per sostenere il rientro al lavoro dopo cure oncologiche o patologie invalidanti

24/07/2019  - 25 letture     Territorio

Dote lavoro: misura per sostenere il rientro al lavoro dopo cure oncologiche o patologie invalidanti

La dote accompagnamento al lavoro di Regione Lombardia vuole sperimentare un modello di accompagnamento nella fase di rientro per tutti quei lavoratori e lavoratrici che si sono assentati per lunghi periodi, anche non continuativi.

L'intento è quello di supportare anche psicologicamente il lavoratore nel recuperare l'eventuale gap di conoscenze a seguito dell'assenza dal lavoro o di acquisire nuove competenze nei casi ove il rientro al lavoro comporti la necessità di modificare la mansione precedentemente ricoperta.

A questo scopo, Regione Lombardia mette a disposizione un voucher dal valore di 2.000 euro per la fruizione di diversi servizi: colloquio specialistico, bilancio competenze, coaching, certificazione delle competenze acquisite in ambito informale, attivazione della rete di sostegno, formazione.

Cure oncologiche o patologie invalidanti obbligano spesso lavoratori e lavoratrici ad assenze prolungate dal lavoro. Al rientro potrebbe, quindi, essere utile recuperare conoscenze o acquisire nuove competenze anche per un cambiamento di mansione.

A questo scopo, Regione Lombardia mette a disposizione un voucher, del valore di 2.000 euro, per accedere a diversi servizi: colloquio specialistico, bilancio competenze, coaching, certificazione delle competenze acquisite in ambito informale, attivazione della rete di sostegno, formazione.

Come richiedere la dote

La domanda va presentata sul sito www.bandi.servizirl.it scegliendo un operatore accreditato all'Albo regionale che fornirà un aiuto per selezionare i servizi più idonei alle singole esigenze.

Il valore della dote sarà rimborsato da Regione Lombardia all’operatore che avrà erogato i servizi.

La Dote Ritorno al Lavoro è assegnata in base all’ordine di arrivo della domanda e fino ad esaurimento risorse.

Chi può richiedere la dote

  1. Persone residenti o domiciliate in Lombardia.
  2. Persone occupate in una sede operativa in Lombardia.
  3. Persone con invalidità civile pari o superiore al 70%.
  4. Persone rientrate al lavoro a seguito di cure oncologiche o invalidanti dopo un periodo di assenza per malattia di:
  • 6 mesi continuativi;
  • 6 mesi anche non continuativi negli ultimi 12 mesi (almeno 125 giornate lavorative);
  • almeno 75 giornate lavorativi anche non continuativi negli ultimi 6 mesi.

Per tutte le informazioni

Condividi:


Contattaci
Un pratico modulo da compilare per corrispondere direttamente con gli uffici comunali.

torna all'inizio del contenuto